Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Appuntamenti’ Category

La Cisl Funzione Pubblica di Treviso e Belluno organizza per il 14 luglio un corso di preparazione al Concorso Pubblico per Infermiere dell’Azienda Ulss n. 9 di Treviso. La prova preselettiva si è svolta il 28 giugno, e 600 candidati sono stati ammessi al concorso. In preparazione al lungo iter che li aspetta (prova scritta, prova pratica e prove orali), la CISL FP ha deciso di organizzare un pomeriggio di studio, nel quale saranno affrontate le modalità delle prove e date indicazioni su come prepararsi al meglio per affrontarle.

13438859_10209440508719740_1853423057087692049_n

Annunci

Read Full Post »

Sabato 23 aprile a Treviso una importante giornata di studio su La cittadinanza, i problemi che si aprono in questo momento di cambiamento sociale, le prospettive che vengono dalle possibili riforme in materia.

E’ possibile partecipare anche solo ai lavori di una parte della giornata. E’ stato richiesto l’accreditamento formativo presso l’Ordine degli Avvocati.

Un tema che periodicamente entra nel dibattito socio politico, ma rispetto al quale ancora andiamo un poco a tentoni. Un’ottima occasione di approfondimento.

Vi aspettiamo

 

12524125_1730992993803978_6968295405976963531_n

Read Full Post »

Image

Mercoledì 20 febbraio Mestre sala Laurentianum ore 18.15 l’Associazione VenetoRadicale organizza un confronto pubblico tra i candidati alle elezioni 24-25 febbraio
FELICE CASSON – Partito Democratico
ANDREA CAUSIN – Scelta Civica
GIOVANNI PALOMBARINI – Rivoluzione Civile
MAURIZIO PANIZ – Popolo della Libertà
ANNA ZAMPIERON – Fare per Fermare il Declino
Coordina il compagno Franco Fois

9 milioni di processi pendenti, 130 mila prescrizioni all’anno, 1% del PIL perso per malfunzionamento del sistema giudiziario, 67 mila detenuti in 45 mila posti, centinaia di suicidi di detenuti ed agenti, condanne dalle corti internazionali per lunghezza dei processi e condizioni degradanti delle carceri…
EMERGENZA LEGALITA’, GIUSTIZIA, CARCERE: QUALE SOLUZIONE DAL PROSSIMO PARLAMENTO?

L’iniziativa è stata fortemente voluta dall’Associazione Veneto RADICALE quale contributo al dibattito elettorale in corso. Dal momento che la lista di scopo Amnistia Giustizia e Libertà non sarà presente alla competizione elettorale (per mille ragioni di cui in questo blog è vietato discutere perché ne ho le palle piene di assurde recriminazioni  in cattiva fede), l’Associazione Veneto RADICALE ha organizzato un dibattito per coinvolgere, su questo tema a noi vicino ma spesso lontano ad altri partiti, i candidati alla Camera e al Senato, per capire come si orienteranno in Parlamento. Alcuni partiti saranno assenti,  per scelta loro, non perché non siano stati invitati. A mio avviso, l’assenza di rappresentanti radicali nazionali nel parterre degli ospiti corrisponde necessariamente a due esigenze: non essendo nella competizione sarebbero fuori luogo, e in ogni caso, se li conosco, sarebbero venuti a fare i maestri, mentre quello che serve, ed è l’obiettivo dell’incontro, è un confronto. Io, di mio, sono stanca di maestri che hanno solo da insegnare e non ascoltano nemmeno. DI quelli lontani e di quelli vicini. Mi rendo conto che è questo che non fa di me una radicale vera, ma solo una vicina di casa: io la pazienza di far parlare tutti non ce l’avrò mai.

Accorrete numerosi, in ogni caso: il dibattito sarà senza dubbio interessante, e molto importante per chi ha a cuore il tema della giustizia e come potrà essere affrontato nel prossimo governo.

Read Full Post »

La casa editrice DEVANZIS, ha appena ristampato due opere letterarie della scrittrice trevigiana di adozione Marta Ottolenghi Minerbi (Quarto di Genova 1895-1974) che, all’alba delle leggi razziali del 1938 fu costretta a fuggire da Treviso in compagnia del marito Alessandro Ottolenghi, il quale fu poi catturato in un paesino del trevigiano e deportato ad Auschwitz, dove troverà la morte.

Le due opere sono LA COLPA DI ESSERE NATI (1954) e NON E’ GIORNO ANCORA (1956).

ImmagineLA COLPA DI ESSERE NATI, titolo divenuto il simbolo della Shoah italiana, è un romanzo autobiografico in cui l’autrice narra della sua fuga dalla normalità, vissuta in una esistenza serena e impreziosita dalla sua pienamente coinvolgente professione di insegnante. Sarà un esodo dove imperverseranno terrore ed angoscia, ma che Marta Ottolenghi Minerbi saprà raccontare con grande senso di umanità, cercando di illuminare soprattutto le figure dei giusti che l’aiuteranno a occultarsi, più che le tragiche maschere degli aguzzini alla sua caccia. La protagonista, inizialmente fuggiasca in un’accogliente Venezia, riuscirà, attraversando tutto il nord Italia tra mille peripezie e colpi di fortuna, a raggiungere un paesino sui monti che fanno cerchia al lago Maggiore dove, riunitasi ad alcuni famigliari, avrà la gioia di rivedere la luce al di là della fine del terribile conflitto mondiale. L’incisivo accavallarsi delle sue ansie e delle paure, nel continuo riaffacciarsi delle emozioni che scaturiranno da sporadici incontri e poi via via da sempre più vaghe e sintetiche informazioni sull’amato compagno della sua vita, riusciranno a coinvolgere il lettore, che comprenderà e si farà partecipe degli stenti e delle peripezie che una donna semplice e gentile dovrà patire per non essere travolta dai tragici eventi susseguenti all’emissione delle Leggi razziali fasciste. Il volume porta una presentazione di Sergio Minerbi, scrittore e diplomatico, che è stato ambasciatore di Israele presso la Comunità europea.

Immagine

NON E’ GIORNO ANCORA, invece, è lo struggente diario di una donna, scritto in forma di lettere che avrebbero dovuto essere inviate al marito, ufficiale degli Alpini nella campagna italiana di Russia, lettere mai spedite e chiuse in un cassetto, nella vana attesa di chi, disperso nelle lande ghiacciate della steppa russa nell’incommensurabile disfatta dell’esercito italiano, mai tornerà alla propria casa. Lettere nelle quali è facile leggere la metafora dell’esperienza personale della Ottolenghi Minerbi che, solo diversi anni dopo la conclusione della guerra, saprà con certezza del tragico destino che accumunò il marito Alessandro alle tante vittime della Shoah. Una grande storia d’amore che, attraversando indenne il tempo e le avversità, saprà coinvolgere e affascinare le anime sensibili. Il volume è aperto da una prefazione dello storico Daniele Ceschin, autorevole biografo di Marta Ottolenghi Minerbi.

Ecco i primi appuntamenti delle presentazioni dei volumi:

Domenica 20 gennaio h. 15.30, Comunità Ebraica di Casale Monferrato, Via Salmone Olper 44.

Presenteranno le opere l’Editore, Giuseppe Vanzella, e la sig.ra Anna Torre Ottolenghi, nipote dell’autrice.
L’incontro si svolgerà in collaborazione con la Comunità Ebraica di Casale Monferrato, presso la Sala Carmi

Venezia, 24 gennaio  2013 ore 17.00 Libreria Sansoviniana, Biblioteca Nazionale Marciana, Piazza San Marco
Nella splendida cornice della Libreria Sansoviniana presso la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, incontro di presentazione dei due volumi di Marta Ottolenghi Minerbi, organizzato in collaborazione con la Comunità Ebraica di Venezia.
Dopo i saluti di Maurizio Messina, Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana, gli interventi di Daniele Ceschin, storico -ISTRESCO, e Giuseppe Vanzella, editore delle pubblicazioni
Treviso, 27 gennaio 2013 – Giorno della Memoria, ore 17.00 Auditorium del Museo di Santa Caterina, Piazzetta Botter 1
In occasione della Giornata della Memoria, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Treviso e l’Istresco (Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea della Marca Trevigiana), la Devanzis Editrice presenta la riedizione dei volumi di Marta Ottolenghi Minerbi “La colpa di essere nati” e “Non è giorno ancora”.
Parteciperanno un rappresentante dell’Amministrazione Comunale, Daniele Ceschin (Storico – ISTRESCO) e Giuseppe Vanzella (Editore)

Read Full Post »

LIBERI DI SCEGLIERE

VOCI PER LA VITA

Per riaffermare il diritto costituzionale all’autodeterminazione e alla libertà di scelta,

per il testamento biologico, perché sulla mia vita decido io

VENERDÌ 25 FEBBRAIO 2011 TREVISO, PIAZZETTA ALDO MORO DALLE ORE 16.30

Parole, immagini, pensieri, per riflettere, capire, confrontarsi, ricordare.

Dalle 18,30 lettura di racconti, testimonianze, riflessioni di cittadini famosi e non

Aspettiamo anche te, le tue parole. Se vuoi far conoscere un tuo brano, un tuo breve racconto, una tua poesia su questo tema, vieni in piazza a leggerlo

Iniziativa organizzata da: Associazione Luca Coscioni, Associazione La Ginestra,  UAAR Treviso,   Associazione VenetoRadicale

E se mi ricordassi come mettere su wordpress il volantino, giuro che lo fare!!!

Per il diritto alla dignità della vita, per il diritto alla dignità della scelta, perchè chiunque possa decidere della propria esistenza, ti aspettiamo.

Per info cellulacoscionitreviso@gmail.com, oppure lascia un commento sul  blog. GRAZIE

Read Full Post »

da La Tribuna di Treviso di mercoledì 8 dicembre 2010

Il recupero di una penna trevigiana, quella di Oddo Celotti (1895-1975), dalla vena giocosa e poetica, purtroppo dimenticata, è l’ultima fatica della casa editrice Devanzis di Giuseppe Vanzella, che ha dato alle stampe «Te vojo tanto ben, Treviso mia». Il volume raccoglie un’ottantina di poesie in dialetto e in lingua, scritte tra il 1922 e 1975, fortunatamente ritrovate in una collezione privata. Scoperta che ha stimolato una ricerca filologica, affidata alla classificazione e allo studio delle curatrici Claudia Furlan e Sara Visentin per restituire alla città un piccolo patrimonio culturale. Il libro verrà presentato martedì 14 dicembre alle 20.30, nell’Auditorium della Fondazione Benetton, a Palazzo Bombenm, da Giuseppe Vanzella, Toni Basso (storico) e dalle curatrici, mentre l’attore Mirko Artuso leggerà alcune composizioni poetiche di Oddo Celotti. L’autore, nato da antica famiglia trevigiana, uomo colto e raffinato, dotato di una particolare e sottile ironia tutta trevigiana, fu una personalità molto coinvolta negli interessi culturali della città tra gli anni ’20 e ’70. Collaborò con il quotidiano Il Gazzettino e il periodico satirico Il Cagnan. Ma dopo la sua morte, queste opere sono cadute nell’oblìo e oggi la pubblicazione di Vanzella torna rendergli merito. Le poesie sono precedute dalla biografia di Celotti e da un saggio critico. Chiude il volume un glossario dei vocaboli dialettali utilizzati, termini appartenenti ad un vernacolo arcaico

Read Full Post »

MARTEDI’ 14 dicembre 2010 alle ore 20.30

presso l’AUDITORIUM di Palazzo BOMBEN, via Cornarotta a TREVISO

presentazione del volume di poesie inedite di Oddo Celotti

TE VOJO TANTO BEN, TREVISO MIA

(DEVANZIS Editrice – a cura di Claudia Furlan e Sara Visentin)


Interverranno:
1- Giuseppe Vanzella, editore, che illustrerà il progetto editoriale della DEVANZIS Editrice di Treviso relativo al recupero di testi di autori trevigiani e veneti del XIX e XX secolo, oggi misconosciuti o improvvidamente dimenticati.
2- Toni Basso, storico, che dai suoi ricordi trarrà qualche anneddoto trevigiano su Oddo Celotti, tratteggiandone la figura.
3- Claudia Furlan e Sara Visentin, curatrici del volume, che parleranno della personalità e dell’opera dell’autore.
4- Mirko Artuso, attore, che leggerà alcune composizioni poetiche
Non posso che scriverlo qui. Visto che è uno degli obiettivi principali della mia vita che, in qualche modo, si concretizza.
Partecipate numerosi, ma non troppo che mi imbarazzo, e soprattutto, mi raccomando, appena esce nelle librerie sarà un OPPORTUNISSIMO regalo di Natale!!!!!

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: