Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘giampaolo sbarra’

Per approfondimenti invito a leggere

http://trevisoeuropa.wordpress.com/2009/06/10/referendum-elettorale-no-alla-truffa/
http://civettadelsile.wordpress.com/2009/06/10/le-bugie-del-referendum-truffa/
http://www.michelerana.net/article-32542795.html

Annunci

Read Full Post »

http://trevisoeuropa.wordpress.com/2009/05/12/referendum-comitato-per-il-no-a-treviso/

Linko al Blog di JPS, per il resoconto della conferenza stampa di oggi

Read Full Post »

Referendum elettorali 2009

 

COMITATO PER IL NO

 

 

 

Martedì 12 maggio, ore 12.00

Palazzo Bomben, Via Cornarotta 7, TREVISO

Sala Torre

 

 

Conferenza stampa di presentazione del

Comitato per il NO ai referendum elettorali.

 

 

Il nostro NO ai referendum della partitocrazia

per una legge elettorale “maggioritaria e uninominale”

che responsabilizzi i partiti e i parlamentari,

e dia diritto di scelta agli elettori.

Raffaele Ferraro, Lista Bonino-Pannella, Veneto Radicale

Giampaolo Sbarra, Cellula Coscioni, Treviso più Europa

Read Full Post »

I Sì e i No della partitocrazia. Franceschini, Di Pietro, D’Alema: gli apprendisti stregoni del referendum partitocratico

di Giampaolo Sbarra*

Ma i Radicali non possono confondersi con il NO della partitocrazia. Bisogna costituire i “Comitati per il No al referendum, ma per il Sì al sistema maggioritario uninominale”.

Ci aiuterà anche nella campagna per le elezioni europee.

 

Il referendum che andremo a votare a fine giugno, non ha certo le caratteristiche dei referendum elettorali degli anni ’90: quelli ci portarono al sistema maggioritario uninominale bipolare (sia pure imperfetto, per l’intervento correttivo dei partiti che pensavano innanzitutto a garantirsi la sopravvivenza), questo invece ci porterà al controllo totale dei segretari dei partiti sulle liste e sugli eletti. È velleitaria l’idea che questo referendum sia il grimaldello per la riforma della legge elettorale, e Berlusconi lo ha confermato: la legge che ne uscirà (ammesso che si raggiunga il quorum e che vinca il Sì) avrà addirittura il suggello della conferma popolare. E del resto vi sono ipotesi condivise di autentica riforma elettorale, o si cerca solo di salvaguardare i partiti grandi e piccoli, con il pretesto del referendum?

 

Purtroppo i partiti si arrogano sempre il diritto di interpretare la volontà popolare, ma generalmente quella “interpretazione” è più che altro una manipolazione, come abbiamo visto in mille occasioni quando gli esiti referendari sono stati modificati dai partiti (esempio lampante è il finanziamento dei partiti, bocciato dal popolo con il referendum e reintrodotto sotto varie forme).

 

A mio avviso è evidente che un’autentica riforma deve privilegiare il rapporti tra eletti ed elettori e tra eletti e territori, e l’unico sistema che oggi ci garantisce è quello uninominale maggioritario: quello che quasi nessuno vuole (perché favorisce gli elettori e non i partiti).

Quello che sorprende, in questo caso, è l’assurdità della posizione incancrenita del PD.

Di Pietro, infatti, grande sostenitore e raccoglitore di firme per questo referendum, adesso ha cambiato posizione, ed è pronto a schierarsi per il NO, dimostrando di avere sbagliato strategia nei confronti della riforma elettorale: meglio tardi che mai. Il PD, invece, continua nella pratica autolesionista sostenendo il Sì, anche se è certo che la vittoria del Sì produrrà una legge elettorale peggiore dell’attuale (un Superporcellum) e favorirà la destra e Berlusconi.

 

Quale voluttà autolesionista sta travolgendo Franceschini, D’Alema e Bersani? Essi si stanno dimostrando degli autentici apprendisti stregoni, avendo sostenuto un meccanismo micidiale, destinato a rivolgersi proprio contro di loro; e dimenticano che se la Sinistra ha governato questo Paese, ciò è avvenuto grazie all’introduzione del sistema maggioritario uninominale.

 

I Radicali sono gli unici ad avere capito per tempo il rischio vero che stiamo correndo con il referendum, di qui la scelta del No e l’avvio alla formazione dei Comitati del NO.

 

Credo, però, che sia opportuno distinguere la posizione dei Radicali da quella dei partiti “proporzionalisti”, contrari a qualsiasi riforma elettorale in senso maggioritario. Forse è bene che i Radicali creino dei “Comitati per No al referendum e per il Sì al sistema maggioritario uninominale”: questo è il mio invito. Una scelta di questi tipo potrebbe rivelarsi utile anche in vista delle elezioni europee, perché caratterizzerebbe le liste Bonino-Pannella come le uniche liste autenticamente riformatrici: la Patria Europea e il sistema Anglosassone.


NOTE

* “Treviso più Europa” – Cellula Coscioni, Treviso.

Read Full Post »

Vodpod videos no longer available.

more about ““, posted with vodpod

 

Dal sito www.radioradicale.it l’audiovideo dell’assemblea interregionale di ieri

Read Full Post »

Non lo so se la lotta verso la cima possa davvero bastare al cuore di un uomo. Di certo l’immobilità mi affatica, mi stanca, e certa immobilità in particolare. Per questo son contenta dell’incontro di ieri sera, incontro promosso da Paolo per verificare la possibilità di rendere Treviso più Europa un percorso ancora valido a prescindere dalle ultime elezioni. Sono contenta perchè anche se la superficie che si vede pare calma e serena, in realtà sono molti i fermenti che si agitano e che ci animano a guardare con appena un poca di attenzione in più.

Ieri sera il tono del dibattito è stato indubbiamente elevato. I temi sui quali ci interroghiamo sono molti, e sono molti quelli sui quali abbiamo voglia di proporre delle battaglie politiche e culturali, dalle questioni della Luca Coscioni ai temi più ampi della laicità, ma soprattutto credo di poter dire che vorremmo proporre una lettura laica e non ideologizzata delle questioni che come cittadini di questo paese oggi ci sollecitano. E in questo credo che i nostri rapporti con l’esperienza di Chianciano rappresentino una scelta felice.

Mi è parso davvero un ottimo punto di partenza. Anzi, un bel punto di continuità.

 

Read Full Post »

Ascolta su Radio Radicale l’intervista a Raffaele Ferraro

http://www.radioradicale.it/scheda/250719/intervista-a-raffaele-ferraro-sul-comizio-che-marco-pannella-terra-a-treviso-sabato-5-aprile-2008-sulla-si

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: