Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Elezioni’

riflessioni nell’attesa

E’ finita.

Contattati gli ultimi amici per un ultimo appello al voto, esco a fare shopping per curare la malinconia.

Ora non resta che aspettare il responso delle urne.

Io non lo so gli altri 550 e rotti candidati al consiglio comunale quali motivazioni hanno avuto per partecipare a questa competizione, non ne conosco le ragioni e gli obiettivi, nè tantomeno il livello di impegno e le aspettative.

Quello che ha spinto me a partecipare a questa battaglia è stata la convinzione profonda in un progetto e la fiducia nella persona che per quel progetto per prima si è spesa. Ho abbracciato un progetto per questa città che viene da lontano, e si è strutturato nel tempo, e sono certa che Giampaolo Sbarra abbia le competenze e le capacità per amministrare Treviso rendendola un posto migliore in cui vivere. E lo dico con cognizione di causa, visto che in questa città ho scelto, per quello che è diventata, di non viverci più.

Io mi auguro davvero che i cittadini questo lo abbiano capito. Anche se temo non saran pochi quelli che esprimeranno il loro voto, complice l’election day, pensando ad altro rispetto alle esigenze di questa città, e sbagliandosi.

Anche io una volta ero così. Mi bastava trovare lo stesso colore che piaceva a me nell’intestazione di un volantino, per pensare di essere d’accordo. Ma l’esperienza mi ha insegnato che stare dalla stessa parte è cosa diversa dal portare gli stessi simboli. E’ per questo che quest’anno ho molto apprezzato l’idea di una lista che andasse al di là degli schemi usati, che rappresentasse persone che condividevano appunto un’idea, e non un’ideologia.

Ed è una bella idea, quella che abbiamo condiviso, per una città realmente a misura d’uomo e dei suoi limiti, aperta ai suoi sogni e alle sue aspirazioni.

Non sarà l’esito delle urne a togliermi la convizione in questo progetto, che non è nato per queste elezioni e con queste elezioni non morrà. Prendessimo l’1 o il 50 per cento, continueremo a impegnarci nello stesso modo e con la stessa energia.

Ma io spero che siano tanti i trevigiani che questo lo hanno capito. Per me, lo spero, ma soprattutto per loro.

Annunci

Read Full Post »

ascolta su Radio Radicale l’intervista a Giampaolo Sbarra

http://www.radioradicale.it/scheda/250724/intervista-a-giampaolo-sbarra-sulle-elezioni-amministrative-a-treviso

Read Full Post »

Ieri sera, dopo il risotto, si parlava coi ragazzi delle elezioni politiche. Qualcuno sosteneva la necessità di votare PD, in quanto unico modo possibile per sconfiggere Berlusconi.

A prescindere dal voto che esprimerò il 13 e 14 aprile sulla scheda per Camera e Senato, rispetto al quale mi riservo una approfondita riflessione nel prossimo mese, so fin da ora che non sarà l’ANTI Berlusconismo a guidare la mia scelta. ANZI. Questa storia del voto utile contro Berlusconi, onestamente, mi ha stancata. Forse ha funzionato nel passato, 10 anni fa, ma ora non se ne può più. Solo le vecchie guardie dei vecchi partiti si sono aggrappate a questa idea e non se ne schiodano più.

Vorrei abbracciare un progetto politico per le sue battaglie e i suoi ideali; vorrei votare qualcuno che mi fa una proposta “alta” e appassionata, che mi emozioni, magari. E invece mi si chiede di votare una lista perchè è contro una persona. Pensa la miseria.

Non mi appassiona l’antiberlusconismo come non mi appassiona l’antigentilinismo.

E infatti, per le amministrative, ho abbracciato un progetto che non è contro la persona Gentilini, ma propone una politica altra rispetto alle logiche che la maggioranza intera (con il placet degli alleati all’opposizione, ma spesso con qualche alleato anche tra gli avversari all’opposizione, ahimè) ha imposto alla città. Faccio un esempio. Uno dei punti qualificanti, a mio avviso, del programma di Giampaolo Sbarra e della nostra lista è il tema della trasparenza. Chi governa la città ha il compito di amministrare, appunto, quello che è il patrimonio collettivo della città e dei cittadini. E’ quindi necessario che lo faccia con buon senso e consenso, rendendo le scelte trasparenti e permettendo al cittadino di parteciparvi e di verificarle. L’amministrazione leghista ha bypassato completamente il cittadino, che spesso si è trovato a subire decisioni originali (ce lo ricordiamo come è nato il PUT?), economicamente e strategicamente dannose. Ma di più, ha creato un circuito chiuso in cui si è favorito il circuito viziato per cui i controllati (le partecipate del Comune, spesso con CdA composto da Consiglieri Comunali di maggioranza) coincidevano con i controllori (gli amministratori cui i cittadini avevano delegato il compito di amministrare il loro patrimonio collettivo). Ecco, questa è una battaglia che mi appassiona. La trasparenza che credo sia dovuta ai cittadini è un argomento per cui sono pronta a spendermi. La singola persona, in tutto questo, non è che un pupazzetto che si agita nel teatrino dei pupi che si è costruito. Altri sono i danni che l’amministrazione leghista ha causato alla città, spesso nascosti dalle bufale del vicesindaco, che pure riconosco come inaccettabili.

Per questo ho abbracciato un progetto positivo, che vuole valorizzare la città contro le brutture che ha subito. Per questo voterò alle amministrative Giampaolo Sbarra.

Mi piacerebbe che qualcuno, in questo mese, mi convincesse che c’è un progetto altrettanto valido e condivisibile anche  per le elezioni politiche, e mi convincesse senza citare l’avversario.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: